• Narrow screen resolution
  • Wide screen resolution
  • Wide screen resolution
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Sei qui: Home Sorgenti del Vera

vera

La Riserva

sorgenti_del_vera1

sorgenti_del_vera2

 

Il fiume Vera nasce dalle pendici del Gran Sasso. Dopo un percorso di circa 2 km confluisce nel fiume Raiale, a sua volta affluente di sinistra dell’Aterno. Le sorgenti principali e si trovano poco a nord dell’abitato di Tempera. Le sorgenti Capovera, più ad est, sono di portata inferiore. La portata complessiva, costante nell’arco dell’anno, è di circa 1.000 litri al secondo.

Istituito nel 1983 come Parco Territoriale Attrezzato delle Sorgenti del Vera, su una superficie di 30 ettari, è stato trasformato nel 2004 in Riserva Naturale regionale Guidata. La riserva tutela le limpide sorgenti del Vera, un biotopo di notevole importanza scientifica anche per la scoperta di un nuovo Plecottero del genere Taeniopteryx rilevato dal Dipartimento di Biologia Animale e dell’Uomo dell’Università di Roma.

La riserva naturale Sorgenti del Vera è stata duramente colpita dal terribile evento sismico del 6 aprile 2009 che ha letteralmente distrutto la bellissima Città dell’Aquila, con tutte le sue frazioni e i paesi circostanti. La Riserva tuttavia conserva ancora, nelle sue vicinanze, la memoria storica di notevole importanza per quanto riguarda le attività produttive dei secoli passati. Nel XV secolo era in funzione, grazie alle acque del fiume, la rameria. Un sistema ingegnoso idraulico azionava i magli ed assicurava il tiraggio del camino in cui il rame veniva fuso dai metallieri. Il commercio di rame è documentato tra la fine del 1200 e l’inizio del 1400. Un altro insediamento industriale riguarda la cartiera. Nell’ottobre del 1481 Adamo di Rothwill, discepolo di Gutemberg, ebbe dal magistrato cittadino, la concessione di stampare libri e, nell’aprile del 1492, si ebbe la prima edizione a stampa dell’Aquila. Agli inizi del 1700, l’industria di Tempera divenne talmente competitiva con le altre del territorio, da assorbire anche la cartiera di Vetoio. La ricchezza e la costante portata d’acqua delle Sorgenti del Vera resero possibile la realizzazione, a Tempera, di alcuni mulini accanto alle altre attività industriali (c’era anche una Valcheria).

 

Sorgenti del Vera

bandiere_lingue.png

logo_regione 

logo_federparchi

Login utente